Il torneo Syracuse One che oggi è arrivato alla VI^ edizione, è nato per caso in un pomeriggio di sabato, a fine partita di doppio tra amici, Fabio un doppio maschile e Alessandra il solito doppio femminile.

Seduti sulle panchine di fronte la segreteria del circolo Match Ball, mentre sorseggiavamo chi un chinotto chi una coca chi commentava il doppio appena giocato, io e Fabio, incominciammo a pensare ad organizzare un bel torneo con tante discipline, singolare maschile, singolare femminile, doppio maschile, doppio misto e doppio femminile e soprattutto immaginavamo la contentezza dei giocatori a parteciparvi (non so se gioia è la parola adatta, soprattutto quando si perde).

Studiando tutte le varie ipotesi per far nascere questo torneo, io e il mio socio avemmo un piccolo diverbio e a quel punto Fabio mi lanciò il guanto di sfida ed io prontamente lo raccolsi, (e ti pareva!!!) e così si diede vita al più longevo torneo degli ultimi 10 anni.

Per la verità, come stile di torneo ci siamo ispirati all’ Italy One, torneo di elevatura internazionale che ogni anno veniva disputato al circolo e il supervisor, nella persona di Pierluigi Grana, vedendoci infervorati e ascoltando i nostri ragionamenti “orbi” ha pensato bene di darci una mano con delle giuste imbeccate.

In tutta questa storia non vanno dimenticate Paola e Sabrina che ci hanno dato la loro massima disponibilità in tutto, anche nel rompere un po’ le …… (scherzo!!!!).

Si si ma non ci scordiamo il pezzo forte, il Maestro Nico De Simone, il nostro Supervisor del cuore, sempre disponibile ad ascoltare le nostre perplessità, i nostri sfoghi e pronto sempre a dare consigli e incoraggiamenti e a gioire con noi, anche se, certe volte però, credo, si sia imboscato in qualche campo lontano per evitarci perché stufo di sentire “LASTIMI” Ah Ah Ah!!!!!!!

Dimenticavo gli SPONSOR!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

GRAZIE ANCHE A LORO.

Le caratteristiche principali di questo torneo che lo hanno reso speciale per noi e richiestissimo dai giocatori sono tante, in primis è :

- il divertimento essendo un torneo amatoriale;

- usare lo sport per far socializzare ancora di più i giocatori di altri circoli siracusani e non;

- cogliere la gioia negli occhi degli organizzatori a vedere realizzato la loro sfida;

- il piacere di trascorrere i fini settimana all’insegna dello sport.

Cari lettori vi dico la verità, organizzare un torneo non è poi cosi facile e divertente. Avere a che fare con tutte le esigenze dei giocatori e mettere d’accordo giorni, orari e tutto il resto è veramente un’impresa ardua e per questo vi dico che Alessandra e Fabio sono due soci attivi del circolo Tennis Club Match Ball a cui va tutto il nostro riconoscimento, stima e apprezzamento per il lavoro che svolgono e credetemi sulla parola, lo svolgono col cuore e col sorriso SEMPRE!!!!!!!!!

Alessandra Conigliaro ( meglio conosciuta come BRUNETTA )

————————-

Alessandra e Fabio un bel giorno decisero di partire con una delle più simpatiche iniziative sociali organizzate all’interno del Tennis Club Match Ball di Siracusa . Qualcuno aveva detto loro ” la seconda edizione…., facciamolo anche …in questo altro posto spendiamo di meno ..ma i nostri amici imperterriti sono rimasti sempre nella loro casa … LA CASA DEL TENNIS “.
Dopo ore , di trattative estenuanti guidati da chi di tornei se ne intende , il supervisor Pierluigi Grana , il tabellone fu compilato ….ed un urlo di gioia uscì dalla Club House , attirati dal rumore decine di Soci e bambini iniziarono a incuriosirsi e a fremere per sapere quando toccava il loro turno.
Potete immaginare il sollievo di Alessandra e Fabio quando la prima partità varcò il cancelletto del Campo Centrale . Ed è dal 2003 che nessun altro organizzatore è riuscito a superare i nostri cari amici nella casa del Tennis , perchè quì ogni pallina ha un colore diverso ed un gusto più emoziante e accattivante . Forza ragazzi continuate così……….

“Ai vincitori del torneo verrà dato un tesserino di lezioni con il corso avanzato di pre-agonistica , perchè il tennis è allenamento continuo e ricerca con interesse sempre maggiore a questo sport adatto a tutte le età “

Paola e Sabrina Cortese

————————

 

Vorrei esprimere una personalissima opinione sulle partite di doppio maschile disputate in queste settimane perché la mia attenzione è stata attirato dal comportamento dei “piccoli tennisti” in campo.

Mi sono trovata in disaccordo con il mio socio, Fabio, perché non ero molto contenta che in questo torneo prendessero parte anche i ragazzini. Pensavo che in campo potessero tenere un atteggiamento “infantile” e di conseguenza mettere in difficoltà gli avversari e invece, tanto di cappello!!!!

Sino ad oggi ho visto giocare Luca di Trapani, Gabriele Massara, Andrea Pellegrino, Simone De Simone e tutti hanno avuto lo stesso atteggiamento in campo e precisamente sportivo, professionale, corretto, determinato e felice per aver avuto la possibilità di confrontarsi con i “vecchi volponi” del tennis.

La stessa cosa va detta anche per gli avversari che hanno avuto rispetto, pur facendo il loro gioco, di questi futuri “campioncini”.

I nostri Maestri sono GRANDI anche per questo.

 

Alessandra Conigliaro